Poco più di un mese fa si è conclusa una stagione ricca di emozioni.
Sono entrato a far parte di una Società sana, che con ottimismo, tenacia e tanto impegno si è conquista un posto tra i professionisti. E’ stato per me un onore guidare la squadra rossoblu in un anno così importante e particolare, che ha portato il raggiungimento degli obbiettivi prefissati.
Siamo arrivati a giocare i quarti di finale in Coppa Italia, sfidando squadre blasonate esperte delle categoria.
Siamo riusciti ad ottenere la salvezza in Lega Pro con netto anticipo, facendoci rispettare in tutti i campi e mantenendo, fino alla terza giornata di ritorno, l’imbattibilità nelle partite fuori casa.
E’ stato entusiasmante vedere, ad ogni trasferta anche più lontana, i nostri Ultras che incoraggiavano i giocatori e trasmettevano la forza necessaria per affrontare nel migliore dei modi tutte le partite. Ci sono stati vicini nei momenti buoni, ma soprattutto anche in quelli meno vittoriosi.
Sono consapevole che questa buona riuscita è stata anche frutto del lavoro di gruppo spartito con il mio staff, che ringrazio vivamente per avermi supportato e per aver condiviso con me gioie e dolori della stagione.
Sono grato del rapporto che ho avuto con tutti i giocatori, sperando di aver trasmesso la passione che ho per questo sport e alimentando in loro il fuoco necessario per continuare a credere nei loro sogni.
Grazie a Mario, Sergio e Pippo che con il loro lavoro e simpatia ci hanno accompagnato e aiutato molto durante questi mesi.
Un prezioso ringraziamento anche ai medici che ci hanno dato un'indispensabile mano in tutte le occasioni necessarie.
La mia riconoscenza va alla Dirigenza e a tutti i collaboratori, che mi hanno fatto sentire in famiglia, dandomi la stima indispensabile per sentirmi sempre al posto giusto. 
Un grazie speciale al DS Alex Casella, che mi ha dato questa opportunità e la fiducia necessaria per guidare al meglio la squadra. 
Un sentito ringraziamento alla proprietà, la FAR, per avermi fatto vivere questa esperienza che non potrò mai dimenticare.
Sono felice di aver scritto, insieme a tutti voi, una storica e indelebile pagina dell’A.C.Gozzano.
Vi abbraccio tutti ricordando che il calcio unisce e divide, ma non potrà mai portarvi via dal mio cuore.

Antonio Soda